PROSSIMO EVENTO: 

29 settembre

In occasione della Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato, al Museo di Santa Giulia, ti aspetta una Biblioteca Vivente interamente dedicata al tema della migrazione.

Evento organizzato da Brescia Musei in collaborazione con Associazione La Fionda e C.L.A.P.Spettacolodalvivo


CONSULTA IL CATALOGO E PRENOTA IL TUO LIBRO

Per partecipare alla Biblioteca Vivente non è necessaria l'iscrizione, ma è consigliato prenotare prima il proprio libro preferito per essere sicuro di trovarlo disponibile. Leggi di seguito le quarte di copertina di tutti i nostri libri e prenota il tuo preferito tramite l'apposito form.



ORARI DISPONIBILI:

15.30 - 16.00
16.00 - 16.30
16.30 - 17.00
17:00 - 17:30

DURATA DEL PRESTITO

Puoi consultare e prendere in prestito un libro umano per volta. La narrazione durerà una ventina di minuti e ci sarà tempo per porre al libro eventuali domande o confrontarti con lui sulle tue riflessioni.

DOVE AVVIENE LA CONSULTAZIONE

Potrai consultare un libro umano solo dopo averlo prenotato ed esserti seduto al tavolo con lui nell'orario indicato. Non potrai portare a casa il libro o prestarlo/scambiarlo con qualcun'altro.

COME SI CONSULTA UN LIBRO UMANO

A questo punto non dovrai più preoccuparti di niente: siediti al tavolo con lui e ascolta la storia che ha da raccontarti. Se hai qualche domanda puoi rivolgerla al libro, possibilmente al termine della sua narrazione.

Lilia – L’arte come ponte tra culture

 

Lilia è una giornalista e una scrittrice che a trentacinque anni ha deciso di lasciare la sua terra natia, la Moldavia, per trasferirsi in Italia, alla ricerca di un futuro per sè e per la sua famiglia. In un paese straniero di cui non conosceva lingua e costumi, ha trovato nella cultura la strada maestra sulla via dell'inclusione e della convivenza. Dopo aver frequentato l'università, grazie a internet, ha conosciuto l'associazione Amici del FAI e il progetto "Arte: un ponte fra le culture", tramite il quale ha potuto frequentare un corso per mediatori artistico-culturali. Un'esperienza fondamentale che le ha permesso di partecipare alle Giornate aperte di Primavera e di raccontare di persona le bellezze di Palazzo Martinengo e le ricchezze del Museo di Santa Giulia.

 Fichino – La mia storia in versi 


Fichino è nato nella città di Marcory, in Costa d'Avorio, ventuno anni fa. Ha mosso i suoi primi passi in una famiglia divisa, dove i fari che ne hanno guidato la crescita sono state la madre e la nonna, la quale, prima ancora che andasse a scuola, gli ha insegnato a fare il pane in casa. La perdita della madre, nel 2009, stabilisce un punto di svolta per il giovane che, nel faticoso tentativo di ricucire il rapporto con il padre, giunge in Italia. La strada di Fichinho si incrocia con l'esperienza e le attività dell'associazione culturale Danzarte, che gli mette a disposizione gli strumenti per far maturare la sua inclinazione artistica: la composizione di poesie, mezzi per esprimere se stesso e raccontare la propria vita. 

Hilary – From Ohio with love


Hilary è nata ad Akron, in Ohio, da padre bresciano e madre americana e per diverso tempo ha trovato nell'Italia, dove ha vissuto e studiato, e negli States, dove ha lavorato per l'American Orient Expresso, le sue due "case", fino a quando il cuore le ha suggerito che l'Italia era il luogo più adatto per lei. Hilary ha svolto diverse professioni, lavorando come barista, assistente ad personam e, dopo la formazione in Scienze religiose, l'insegnante di religione alla scuola dell'infanzia. Nel suo percorso è "inciampata" in quello che è poi diventato suo marito, Adewali, da cui ha avuto un figlio di nome Benjamin.


 Perla – MI sento italiana


Perla nasce in Malawi, ma è ancora una bambina quando viaggia con i genitori e il fratello fino in Inghilterra per poi stabilirsi in Scozia, dove cresce. Vivere lì ed essere di colore non è semplice, ma la sfida più difficile per Perla deve ancora arrivare: dopo gli studi a Londra si trasferisce in Italia, a Brescia, per amore di un uomo che non si rivelerà quello giusto. Ma il vero amore arriverà, e con esso anche una famiglia speciale, dove diverse culture si mescolano dando origine ad un risultato unico. 

Leila – Salvata dalle cure italiane


Leila ha lasciato il Marocco quindici anni fa perché aveva voglia di sentirsi libera, di smarcarsi da un padre molto autoritario e intransigente, anche a costo di una vita più povera e tutta da ricostruire. In Italia ha conosciuto l'uomo che è poi diventato suo marito e il padre dei suoi tre figli, che frequentano la scuola primaria e coltivano già progetti ambiziosi. Nel 2017 un tumore al seno ha segnato profondamente il suo corpo di donna e la sua vita. Leila, che non riusciva nemmeno a chiamare la malattia col suo nome, ora ha forza di farlo e ringrazia di aver scoperto e potuto curare quel male in Italia e non in Marocco. Durante la terapia ha conosciuto Casa del Quartiere, che le ha cambiato la vita: lì ha trovato uno spazio affettuoso e di appoggio per affrontare le difficoltà quotidiane, grazie ad esempio al corso di sartoria.

Carla – In barca sulla Mare Jonio


La Mare Jonio è la barca di Mediterranea, progetto nato per salvare vite umane in mare e parlare di accoglienza in terra. Un progetto animato da volontarie e volontari che si oppongono ai decreti sicurezza che chiudono i porti e respingono donne, uomini e bambini che fuggono da guerre, da persecuzioni, da desertificazione delle loro terre e che tentano di attraversare il mare dalla Libia con imbarcazioni di fortuna dopo mesi, anni di maltrattamenti, lavori forzati, schiavitù, stupri. Facendo parte, da subito, dell’equipaggio di terra, per Carla è venuto il momento di rendersi utile anche in mare: dopo giorni di blocco al largo di Lampedusa, serviva una competenza psichiatrica per certificare le condizioni dei/delle migranti e inoltrare l’ennesima istanza di sbarco ai ministeri interessati. Salite con Carla sulla barca per vivere i sentimenti di chi si imbarca “per salvare” e di chi si è imbarcato “per raggiungere un sogno di vita”.

Prenotazioni online

Prenota direttamente sul nostro sito il tuo libro preferito.
Gli orari disponibili sono i seguenti:
15:30 - 16:00
16:00 - 16:30
16:30 - 17:00
17:00 - 17:30